Accedi
Sfoglia la galleryCommenti

Un nuovo gruppo di auto aiuto e l'Alzheimer Cafè

Ecco le attività e i progetti a favore di pazienti, familiari e curanti organizzati da Alzheimer Ticino nel Locarnese

Promuovere la conoscenza della malattia di Alzheimer e delle altre forme di demenza, cercando nel contempo di dare sostegno, informazioni e aiuto alle persone colpite, ai loro parenti e ai curanti, sono solo alcuni degli obiettivi che l’associazione Alzheimer Ticino si prefissa ormai da ben 25 anni. Un’associazione che dal novembre 2014 ha pure un ramo nel Locarnese (altri sono a Bellinzona, Lugano e Mendrisio).

“Condurremo un nuovo gruppo di auto aiuto, a scadenza mensile, a partire da martedì 10 ottobre, dalle ore 17.00 alle ore 18.30, nella sede dell’Atte in via Vallemaggia. Questo per permettere uno scambio di esperienze tra persone che vivono situazioni simili, per trovare comprensione, darsi conforto reciprocamente, prendere coscienza delle proprie risorse ed infine informarsi sulle possibilità di sostegno”.

Le due responsabili, Rosanna Camponovo e Dilva Vanolli Marti segnalano pure la ripresa, al ristorante Vallemaggia, in via Varenna, il prossimo 25 ottobre, degli incontri denominati Alzheimer Cafè, con il motto "Per non essere più soli ad affrontare la malattia". Momenti preziosi da trascorrere davanti ad un caffè, con musica dal vivo e con relatori scelti, che informeranno i partecipanti su temi importanti.

L’associazione mantello svizzera ha assegnato il premio "Grande cuore 2017" a Nicolas Gillet, direttore del Festival Jazz di Ascona, per la sua sensibilità nei confronti della malattia.

Altre info su www.alz.ch/ti e allo 091 751 30 81.

Redazione | 4 ott 2017 11:24

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'