Accedi
Commenti 8

Il Portogallo è campione d'Europa!

Contro ogni pronostico battuti i padroni di casa. Ronaldo fuori per infortunio e allora ci pensa il gregario Eder

Il Portogallo vince il primo importante trofeo della sua storia! Squadra non data fra le favorite e con un Cristiano Ronaldo fuori forma, è arrivata alla finale con un percorso rocambolesco, che l'ha vista passare solo come migliore terza in un girone ritenuto semplice. Poi due vittorie di seguito oltre i 90' regolamentari: ai supplementari contro la Croazia, ai rigori contro la Polonia. E dopo l'unica vittoria netta, quella nella semifinale contro il Galles, ecco che anche l'atto conclusivo si è risolto in favore dei lusitani solo dopo i tempi supplementari. La Francia non è riuscita a conquistare il successo davanti al suo pubblico. Sarebbe stato il suo terzo europeo, che le avrebbe permesso di raggiungere Germania e Spagna nell'Albo d'Oro della manifestazione. Per il Portogallo la rivincita dopo la beffa dell'europeo casalingo del 2004 perso contro la sorprendente Grecia di Otto Rehagel.

L'incontro è stato equilibrato. Prima occasione della partita sui piedi di Nani al che al 4' scatta in velocità, riceve e conclude alto. La risposta francese non si fa attendere e al 10' Griezmann costringe Rui Patricio a un miracolo su cross di Payet. Al 25' il grande colpo di scena dell'incontro: Cristiano Ronaldo è costretto ad abbandonare il campo dopo un duro contrasto con Payet. Dapprima tenta di proseguire, ma deve rinunciare e al suo posto entra Quaresma. Al 34' Sissoko, il migliore dei suoi, si libera in area e tira di potenza. Respinge Rui Patricio. 

Nel secondo tempo iniziano meglio i transalpini, che con Coman, subentrato al 58' a Payet, ritrovano un pò di brio. È proprio il giocatore del Bayern Monaco che al 66' offre a Griezmann una ghiottissima occasione per siglare il punto del vantaggio, sprecata dal talento dell'Atletico. Al 75' è Giroud ad impegnare nuovamente l'ottimo Rui Patricio. Cinque minuti più tardi tocca al suo collega Lloris salvare due volte, prima su un tiro-cross, poi su una conseguente rovesciata al volo di Quaresma. La Francia conclude i tempi regolamentari in avanti sfiorando il goal dapprima con un missile di Sissoko all'84', e poi soprattutto con un palo di Gignac al 92'. 

Nei tempi supplementari i portoghesi sembrano acquisire consapevolezza della possibilità di fare l'impresa e guadagnano coraggio col passare dei minuti. Al 104' Eder, subentrato subentrato al 78' a Renato Sanches, colpisce di testa su calcio d'angolo e costringe Lloris a un salvataggio importante. Nel secondo tempo supplementare Guerreiro colpisce una traversa al 108' su una punizione che però non c'era. E un minuto più tardi il goal partita del sorprendente Eder, che ha giocato pochissimo nel resto dell'europeo (13 minuti prima della finale), con un gran tiro dalla distanza. La Francia conclude all'attacco con la forza della disperazione ma non riesce a superare la rocciosa difesa portoghese, nella quale è spiccato ancora una volta Pepe, autore di un grande campionato.

Ci sarà comunque festa in Francia questa notte, visto il numero elevatissimo di immigrati portoghesi presenti nel paese (1,2 milioni). 

 

Tabellino:

Francia - Portogallo 0-1 (dopo i tempi supplementari).

109' Eder.

 

Redazione | 10 lug 2016 22:53

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'