Accedi
Commenti 16

Uefa, niente più bimbi in campo

Al termine delle partite i figli dei calciatori non potranno più entrare in campo: "È un europeo, non una festa di famiglia"

Questa sera si svolgerà la prima delle due semifinali di Euro2016 tra Portogallo e Galles: una sfida tra due squadre che - in maniera diametralmente opposta - sono state due vere e proprie sorprese del mondiale. Un'ulteriore sorpresa, decisamente meno gradita, è però arrivata dall'Uefa... 

L'organo di governo del calcio in Europa ha infatti dichiarato che i figli dei giocatori impegnati a Euro2016 non potranno entrare in campo al termine delle partite. A riportare la notizia è la testata francese "L'Equipe".

L'entrata in campo a fine partita dei figli dei calciatori non è stata del tutto apprezzata dalla Uefa: "E' carino vedere i bambini giocare sul prato ma stiamo parlando di un Campionato europeo non di una festa di famiglia", ha dichiarato Martin Kallen, ceo degli eventi Uefa. "Non siamo contrari ai festeggiamenti ma dobbiamo essere cauti perchè dobbiamo anzitutto garantire la sicurezza: lo stadio non è il posto più sicuro per i bambini, nel caso in cui i fan invadano il campo", ha puntualizzato.

Una delle immagini simbolo di questo Europeo è quella di Gareth Bale e di sua figlia che festeggiano in campo, ed è proprio il presidente della federazione gallese David Grifitths ad essere tra i primi a indignarsi: "In caso di sconfitta o di vittoria, noi festeggeremo in campo con la nostra gente, i nostri bambini".

Redazione | 6 lug 2016 09:42

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'