Accedi
Commenti

Poker del Belgio contro una generosa Ungheria

Hazard e compagni si confermano la mina vagante del torneo. Nei quarti di finale sfideranno il Galles di Bale

A Tolosa è andata in scena la sfida tra la sorprendente Ungheria e l’ambizioso Belgio. Al termine di una partita divertente e giocata su buoni ritmi, a spuntarla è stato il Belgio che ha sconfitto gli ungheresi per 4 a 0. I belgi sono passati in vantaggio nel primo tempo con un colpo di testa di Anderweireld e hanno chiuso la pendenza nella ripresa grazie alle reti negli utlimi dieci minuti di Batshuayi, Hazard e Carrasco.

Ottimo avvio del Belgio che nei primi minuti dell’incontro si è reso subito pericoloso con Lukaku e De Bruyne ma le loro conclusioni sono state ben neutralizzate dall’estremo difensore ungherese. Gli uomini di Wilmots hanno continuato a premere sull’acceleratore e sono passati in vantaggio già al 10’ con un bel colpo di testa di Alderweireld che ha trafitto l’incolpevole Kirali. Dopo un inizio difficile gli ungheresi hanno preso coraggio e al 23’ hanno effettuato il primo tiro in porta con il capitano Dzsudzsak ma Courtois non si è lasciato sorprendere. Le squadre hanno continuato a giocare a viso aperto e con rapidi ribaltamenti di fronte da una parte e dall’altra. Al 35’ il Belgio è andato vicinissimo al punto del raddoppio con una punizione dal limite di De Bruyne che si è stampata sulla traversa dopo la deviazione decisiva di Kirali. Intervento prodigioso del quarantenne portiere ungherese che ha mantenuto in partita i suoi. Negli ultimi minuti del tempo entrambe le formazioni avrebbero potuto segnare ma il risultato non è più cambiato. Si è andati così alla pausa con il Belgio meritatamente in vantaggio ma l’Ungheria ha comunque destato un’ottima impressione, giocando senza timore e confermando quanto di buono mostrato durante la fase a gironi.

Il secondo tempo si è aperto subito con una bella azione personale di Hazard, la cui conclusione è stata deviata in calcio d’angolo dall’onnipresente Kirali. Con il passare dei minuti l’Ungheria ha alzato il proprio baricentro e si è affacciata con più continuità dalle parti di Courtois, in particolare al 54’ con un colpo di testa di Szalai che è finito di pochissimo a lato. Dopo una pericolosa conclusione di Nainggolan, è stata nuovamente l’Ungheria a sfiorare il pareggio in due occasioni. Al 66’ un tiro di Pinter deviato da un difensore belga ha rischiato di scavalcare Courtois mentre due minuti più tardi un potente diagonale di Juhasz ha attraversato tutta l’area di rigore ma non ha trovato nessuna deviazione. Nel migliore momento degli ungheresi è però arrivato il colpo del definitivo ko con il neo-entrato Batshuayi che al primo pallone toccato ha insaccato un assist illuminante di Hazard. Soltanto un minuto più tardi lo stesso giocatore del Chelsea, nettamente il migliore in campo, ha poi trovato la terza rete per i suoi. Nel recupero è giunto addirittura il punto del 4 a 0 con Carrasco, risultato severo e che punisce eccessivamente una generosa Ungheria.

Grazie a questa vittoria Hazard e compagni si sono garantiti la possibilità di sfidare il Galles di Gareth Bale nei quarti di finale.

 

IL TABELLINO:

Ungheria – Belgio 0-4

Reti: 10’ Alderweireld, 78’ Batshuayi, 79‘ Hazard, 90' Carrasco

Ungheria: Kiraly; Lang, Juhasz (82’ Böde), Guzmics, Kadar; Nagy, Gera (46’ Elek); Lovrencsics, Pinter (75’ Nikolic), Dzsudzsak; Szalai

Belgio: Courtois; Meunier, Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen; Nainggolan, Witsel; De Bruyne; Mertens (70’ Carrasco), Hazard (81’ Fellaini), R. Lukaku (76 ‘ Batshuayi)

Arbitro: Milorad Mazic (Serbia)

Stadium Municipal: 30.000 spettatori

 

Redazione | 26 giu 2016 22:46

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'