Accedi

Siria: Consiglio Sicurezza Onu ribadisce appello tregua

Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu ha ribadito l'appello a tutte le parti in Siria ad attuare il cessate il fuoco, esprimendo preoccupazione per la crisi umanitaria nel Paese.

Lo ha detto il presidente di turno, l'ambasciatore olandese Karel van Oosterom, al termine della riunione del Consiglio. Il fallimento della tregua decisa con la risoluzione 2401 ha spinto Francia e Gran Bretagna a chiedere un nuovo incontro dei Quindici.

"Abbiamo chiesto questa riunione insieme alla Gran Bretagna perché il regime siriano, mentre parliamo, continua ad assediare e bombardare i suoi cittadini a Ghouta est in completa violazione della risoluzione 2401, adottata all'unanimità dal Consiglio di Sicurezza", ha detto l'ambasciatore francese all'Onu, Francois Delattre. Il documento, approvato il 24 febbraio, chiede un cessate il fuoco senza indugi in tutta la Siria di almeno 30 giorni, per la consegna degli aiuti umanitari e l'evacuazione dei feriti gravi.
ATS | 8 mar 2018 07:04