Accedi

Birmania: Museo Olocausto revoca premio Aung San Suu Kyi

Il Museo dell'Olocausto di Washington ha revocato il premio Elie Wiesel per i diritti umani che era stato conferito alla leader civile birmana Aung San Suu Kyi.

La decisione e' stata presa dal momento che la Suu Kyi non ha ammesso ne' ha combattuto quello che gli Stati uniti definiscono azioni di pulizia etnica da parte dei militari contro l'etnia musulmana dei Rohingya.

La revoca del premio e'stata comunicata alla Sui Kyi per lettera. Nel messaggio si citano l'assenza di collaborazione della Lega Nazionale per la Democrazia guidata dalla Sui Kyi con i tentativi delle Nazioni Unite di indagare sulla crisi, la promozione di una "retorica dell'odio" contro i Rohingya e gli ostacoli posti ai giornalisti che tentano di raccontare le azioni di violenze contro il gruppo etnico.
ATS | 7 mar 2018 22:01