Accedi

Usa: gelo causa 11 morti su costa est, arriva "ciclone bomba"

La costa est degli Stati Uniti continua ad essere nella morsa del gelo. Le temperature polari hanno già fatto undici vittime e da domani è prevista una "bomba di neve" che imbiancherà persino la Florida.

L'ultima volta che ha nevicato nel Sunshine State è stato nel 1989. Il fenomeno è definito dai meteorologi "ciclone bomba" (una sorta di uragano invernale) perché la pressione calerà in modo così drastico da sembrare una tempesta esplosiva. Nevicate anche in Georgia, dove il governatore Nathan Deal ha già dichiarato lo stato di emergenza.

Dopo la neve la temperatura scenderà ulteriormente fin sotto i -16 gradi e il vento aumenterà la percezione del freddo. Secondo quanto scrive il New York Post, l'ultima volta che a New York si sono verificate condizioni simili è stato nel 1896: all'epoca la temperatura scese a -19.

Il servizio meteo nazionale ha fatto sapere che attualmente fa meno freddo ad Anchorage in Alaska. Il gelo ha persino ricoperto di uno strato di ghiaccio le cascate del Niagara offrendo ai visitatori uno scenario da fiaba.

In circa metà degli Stati Uniti, inoltre, gli esperti hanno messo in guardia dal rischio di ipotermia. A Chicago la colonnina di mercurio potrebbe arrivare a -37 gradi a causa del vento.
ATS | 3 gen 2018 16:33