Accedi

Usa: molestie, ginnasta medaglia d'oro accusa medico squadra

Aly Raisman, la ginnasta americana medaglia d'oro a Londra, si è unita a una lunga lista di altre atlete che accusano il medico della squadra nazionale Usa Larry Nasser di averle molestate.

La Raisman ha descritto gli abusi in una intervista alla Cbs che andrà in onda domenica. "Sono arrabbiata. Sono sconvolta. Vedo queste ragazzine che vengono da me a chiedere l'autografo o a farsi fotografare. Voglio cambiare le cose perché mai nessuna di loro debba andare incontro a quello che ho passato".

La ginnasta non ha parlato esplicitamente delle molestie subite ma ha detto che aveva 15 anni quando Nasser ha cominciato a 'occuparsi' di lei. L'atleta ha detto di aver parlato del medico con l'Fbi dopo i giochi olimpici dell'anno scorso a Rio de Janeiro.

La Raisman è la seconda campionessa della squadra americana che nel 2012 ha vinto l'oro ai giochi di Londra a denunciare Nasser.

Il mese scorso McKayla Maroney ha accusato il medico di aver cominciato a molestarla quando aveva 13 anni a un campo di addestramento in Texas e di aver continuato a farlo fino a che lei non ha lasciato lo sport.

McKayla ha detto che le molestie si sono ripetute anche alle Olimpiadi di Londra. Come descritto da altre ginnaste, il medico avrebbe allungato le mani sulle giovani atlete fingendo di offrire un trattamento per dolori ai fianchi e alla schiena.

In giugno Nasser si è dichiarato colpevole di reati di pornografia infantile ed è stato accusato di molestie sessuali da oltre cento donne e ragazze durante il suo mandato ventennale di medico della squadra.
ATS | 10 nov 2017 18:38