Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 17

"Se ti ubriachi e passi la serata con un magrebino..."

Un sacerdote bolognese, Don Guidotti, si scaglia contro una vittima di stupro: "Te la sei cercata. Cosa vuoi che ti capiti?"

Ha indignato l’Italia il post su Facebook del sacerdote bolognese Don Lorenzo Guidotti, che ha commentato la vicenda di una ragazza aggredita e stuprata su un vagone ferroviario.

“Ti ubriachi e passi la serata con un maghrebino? Non lamentarti se poi finisci stuprata”, è in sostanza il Don Guidotti-pensiero. La ragazza aveva raccontato alla Polizia di aver passato la serata con un extracomunitario incontrato in piazza Verdi, di aver bevuto molto e di essersi risvegliata il mattino seguente seminuda e senza un soldo alla stazione di Bologna.

Questo il post del sacerdote: “Ciè... tesoro, mi spiace, ma se 1) frequenti piazza Verdi (che è diventato il buco del c* di Bologna...) 2) ti ubriachi da far schifo! Ma perché? Se hai la(sub) cultura dello sballo sono solo ca** tuoi poi se ti risvegli la mattina dopo chiassadove... 3) e dopo la cavolata di ubriacarti con chi ti allontani? Con un magrebino??? Notoriamente (soprattutto quelli di piazza Verdi veri gentlemen., tutti liberi professionisti, insegnanti, gente di cultura per bene... Adesso capisci che oltre agli alcolici ti eri già bevuta tutta la tiritera ideologica sull’accogliamoli tutti. Tesoro, a questo punto svegliarti seminuda direi che è il minimo potesse accaderti”.

Ricordandosi (?) del suo ruolo di sacerdote, Don Guidotti ha dedicato un pensiero anche alla famosa carità cristiana: “Dovrei provare pietà? No, quella la tengo per chi è veramente vittima di una città amministrata di *****, non per chi vive da barbara con i barbari e poi si lamenta”.

Don Guidotti non è nuovo a uscite sopra le righe sui social. In particolare si definisce un crociato contro la deriva della Chiesa, che si sarebbe asservita o quasi “all’ordine mondiale voluto da Soros”.

Redazione | 9 nov 2017 16:20

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'