Accedi

India, Delhi trasformata in una 'camera a gas'

Una combinazione di fumo prodotto dalla combustione delle stoppie operata annualmente dai contadini del Punjab e dell'Haryana e di umidità, ha trasformato New Delhi, capitale dell'India, in una "camera a gas".

Ciò ha spinto le autorità ad annunciare una serie di misure cautelari fra cui un forte aumento delle tariffe di parcheggio e una riduzione del biglietto della metropolitana. Lo scrive l'agenzia di stampa Pti.

La densa coltre di fumo, scrive oggi l'agenzia di stampa Pti, ha ridotto la visibilità stradale, condizionato i voli e le operazioni ferroviarie. L'aria pesante ha limitato la normale attività commerciale, accentuando i problemi respiratori della popolazione o per lo meno causando una intensa lacrimazione degli occhi.

Ieri sera il vice governatore di New Delhi, Manish Sisodia, ha annunciato che "domani le lezioni nelle scuole primarie saranno sospese".

La Authority per l'inquinamento dell'ambiente, creata dalla Corte Suprema indiana, ha diffuso da parte sua una direttiva destinata agli Stati, in cui si chiede loro di pianificare periodi di traffico con targhe pari e dispari alternate alla luce della "situazione di crisi".

Oggi l'Indice della qualità dell'aria a Delhi ha segnalato una situazione 'severa' con un livello di 448 su una scala massima di 500, più alto toccato quest'anno per la seconda volta, dopo quello raggiunto il 20 ottobre scorso per Diwali, la festa delle luci equivalente al Natale occidentale.
ATS | 8 nov 2017 09:33