Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 41

“Sono sempre sexy, niente tute né pigiamoni”

L'Italia si indigna per la trasmissione dell RAI che indica i 6 buoni motivi per scegliere una ragazza dell'est

Mentre alle nostre latitudini ha fatto discutere l’iniziativa delle giovani socialiste contro il sessimo (vedi articolo suggerito), la RAI italiana incappa in una gaffe che ha immediatamente fatto gridare allo scandalo. Nel corso di “Parliamone sabato”, rubrica de La Vita in Diretta condotta da Paola Perego, è andata in onda una grafica che sintetizzata i sei buoni motivi per cui è meglio scegliere una ragazza dell’est. Tema della puntata, appunto, il fenomeno delle donne dell’Est e del fascino che esercitano sugli uomini. Ma i motivi indicati dalla Rai non sono piaciuti a tutti.

“Sono tutte mamme, ma dopo aver partorito recuperano un fisico marmoreo”, “Sono sempre sexy, niente tute né pigiamoni”, “Perdonano il tradimento”, “Sono casalinghe perfette e non frignano”, “Sono disposte a far comandare il loro uomo” e “Non si appiccicano e non mettono il broncio”. Finita qui? Non proprio: “Mica come le donne italiane”.

Inutile dire che i social sono esplosi, con reazioni che variano tra l’incredulità e l'indignazione. Moltissimi telespettatori hanno preteso le scuse della televisione di Stato italiana “che tratta i telespettatori come dementi”. “Paghiamo il canone per vedere questo? Siamo oltre la barriera dello squallore assoluto”, ha commentato qualcuno. "Grande attesa per il sequel 'Perché scegliere un amante africano'...", ha ironicamente commentato un'altra utente.

E le scuse, alla fine, sono arrivate. Come riferito da La Stampa, in mattinata il direttore di Rai 1 Andrea Fabiano ha preso posizione sulla vicenda via Twitter: “Gli errori vanno riconosciuti sempre, senza se e senza ma. Chiedo scusa a tutti per quanto visto e sentito”.

Redazione | 20 mar 2017 11:13

Articoli suggeriti
Jolanda Spiess-Hegglin sta preparando le querele nei confronti di chi ha insultato le giovani socialiste in topless
Tamara Funiciello e colleghe si spogliano per i diritti delle donne. "La nudità è uno strumento di lotta". FOTO
La sinistra zurighese in rivolta. Il Parlamento cantonale teatro di molti episodi sgradevoli: "Palpeggiata a un aperitivo"
Le parlamentari ticinesi vuotano il sacco: "Mi hanno detto che avrei fatto carriera grazie a favori sessuali"
Un'iniziativa sta raccogliendo i casi. Anche le parlamentari si fanno avanti: "Mi hanno chiesto foto piccanti!"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'