Accedi13/24°

Siria: sangue anche per fine Ramadan

La guerra in Siria non si arresta nemmeno nell'ultimo giorno di ramadan: negli scontri tra esercito e ribelli sono morte all'alba sette persone, secondo quanto riporta l'ong siriana Osservatorio dei diritti dell'uomo.

I combattimenti proseguono soprattutto ad Aleppo, seconda città del Paese, nei quartieri di Seif al-Dawla e di Izaa. Tra le vittime anche due bambini e due giovani donne. Sabato le violenze hanno ucciso 137 persone, di cui 63 civili, 31 ribelli e 43 soldati.


ATS
ATS | 19 ago 2012 09:38