Accedi13/24°

Astronomia: l'apocalisse arriverà tra 16,7 miliardi di anni

La "fine" dell'universo avverrà tra 16,7 miliardi di anni e quella della Terra solo 16 minuti prima. È questo il risultato dei calcoli elaborati dai fisici teorici dell'Accademia cinese delle scienze e pubblicati sulla rivista Science China.

Secondo gli scienziati si tratterà di un lento, graduale e inesorabile "strappo" provocato dall'energia oscura, ossia la forma ancora misteriosa di energia che costituisce il motore dell'espansione dell'universo e che lo occupa per il 70%. L'energia oscura porterà l'universo ad espandersi fino a provocare "strappi" che lo ridurranno in brandelli.

Lo studio ha stimato i tempi di una delle più importanti ipotesi sul destino finale dell'universo proposta nel 2003, la teoria del "Big Rip" o grande strappo. Secondo la "cronologia" del fenomeno dovuto all'espansione accelerata dell'universo, a sua volta causata dalla presenza dell'energia oscura, lo smembramento della Via Lattea avverrà 32,9 milioni di anni prima della "fine", e la dissoluzione del nostro pianeta appena 16 minuti prima della morte dell'universo.


ATS
ATS | 22 lug 2012 14:00