Accedi4/10°

Romania a Bruxelles, rispetteremo regole democratiche

La Romania "è e resterà un paese democratico", che "rispetterà tutti gli standard europei" e che è pronto a sottoporsi alla valutazione della Commissione Ue. Lo ha assicurato il premier Victor Ponta durante una conferenza stampa tenuta dopo un incontro col presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, affermando che il referendum sulla destituzione del presidente Basescu sarà valido con il quorum del 50%+1 degli elettori e che il suo risultato "dovrà essere confermato dalla Corte Costituzionale".

Ponta ha poi sottolineato che il suo governo di centro-sinistra "è pronto a rispondere a tutte le legittime preoccupazioni" che vengono dall'Europa, affermando però che "non è leale" legare lo scontro con il presidente Baescu alla valutazione per l'ammissione nello spazio Schengen.

Il premier romeno, dopo aver ricordato che incontrerà domani il presidente della Commissione Josè Manuel Barroso ed il presidente permanente del Consiglio Herman Van Rompuy e leader dei gruppi parlamentari, tra i quali il presidente dell'Alde (liberal-democratici) Graham Watson, si è detto "deluso perchè non ha avuto successo il tentativo di dialogo" con il francese Joseph Daul, capogruppo del Ppe, cui appartiene Basescu.


ATS
ATS | 11 lug 2012 19:41