Accedi13/22°

Siria: stampa Damasco, un "fallimento" riunione Ginevra

La riunione a Ginevra dei capi della diplomazia dei cinque Paesi membri del Consiglio di sicurezza dell'Onu e dei ministri degli esteri di alcuni Paesi della Lega araba indetta dal mediatore internazionale per la Siria Kofi Annan è stata "un fallimento". Non lascia spazio a equivoci "al-Baas", il quotidiano del partito al potere in Siria, commentando gli esiti della Conferenza di Ginevra che al termine di una lunga giornata di lavori ha trovato l'accordo su un piano di transizione politica in Siria per porre fine alle violenze e agli scontri nel paese.

"Le posizioni dei partecipanti sono rimaste immutate", sottolinea il giornale di Damasco ricordando che "spetta al popolo siriano, fonte di legalità, trovare una soluzione alla crisi".

"I siriani sono in grado di avviare un dialogo nazionale dove non c'è posto per i Paesi vicini e gli altri più lontani, in particolare quelli che incitano ad uccidere i siriani", si legge in un editoriale di al-Baas.

Il quotidiano "al-Watan", vicino al potere, si compiace che nel comunicato finale emesso a Ginevra non si faccia menzione ad uno scenario di fine-crisi alla yemenita (fine negoziata del presidente) o alla libica (intervento militare straniero per porre fine al regime).


ATS
ATS | 1 lug 2012 10:34