Accedi11/23°

Israele: a Eilat retata di immigrati clandestini Africa

Una prima retata di immigrati clandestini originari dell'Africa, per lo più del Sud Sudan, è stata lanciata la scorsa notte ad Eilat (Mar Rosso) da un unità specializzata della polizia israeliana su istruzione del ministro degli interni Ely Yishai. Radio Gerusalemme ha aggiornato che gli arresti - proseguiti oggi - sono avvenuti in case private, nelle strade e anche negli alberghi dove gli immigrati clandestini da anni ormai lavorano.

Finora si ha notizia di una cinquantina di arresti, che potrebbero aumentare, in tutto il territorio nazionale, nei prossimi giorni. I cittadini del Sud Sudan sono destinati alla espulsione in tempi brevi.

Ad Eilat vivono 7.000 immigrati clandestini africani. Il sindaco Meir Yitzhak Halevy ha espresso soddisfazione per l'inizio delle espulsioni in quanto, a suo parere, la loro massiccia presenza ha creato un clima di insicurezza in città.


ATS
ATS | 11 giu 2012 11:59