Accedi13/24°

Grecia: farmacisti chiedono aiuto a Commissione Ue

Cinque associazioni di farmacisti greci hanno rivolto un appello diretto al capo della Task Force della Commissione europea per la Grecia affinché conceda finanziamenti urgenti all'Organizzazione Nazionale per la prestazione di assistenza sanitaria (Eopyy).

In una lettera inviata giorni fa, come ha riferito la stampa ateniese, a Horst Reichenbach, le cinque associazioni hanno chiesto l'erogazione di 1,5 miliardi di euro a favore dell'Eopyy in modo che quest'ultima possa far fronte ai suoi obblighi finanziari nei confronti delle farmacie elleniche molte delle quali ormai rifiutano di fornire i medicinali a credito o a prezzi scontati. La lettera è firmata dai presidenti dell'Associazione delle imprese farmaceutiche della Grecia, l'Associazione dei farmacisti panellenici, l'Associazione panellenica delle industrie farmaceutiche, la Federazione delle cooperative dei farmacisti della Grecia e l'Associazione panellenica dei grossisti di prodotti farmaceutici.

Dopo i gravi problemi creati nei giorni scorsi dal rifiuto dei farmacisti di vendere le medicine a credito ai pazienti che godono dell'assistenza sanitaria della Eopyy, ovvero la stragrande maggioranza dei greci, i medicinali ad alto costo per la cura delle patologie gravi saranno ora forniti dalle farmacie degli ospedali pubblici in tutto il Paese e anche in quelle gestite dalla stessa Eopyy.


ATS
ATS | 11 giu 2012 11:16