Accedi13/22°

Arrestato P.Watson, leader di 'Sea Shepherd'

È noto per le sue battaglie animaliste e agli occhi dell'opinione pubblica internazionale è una sorta di corsaro buono, che dedica la sua vita in difesa degli oceani. Ieri però Paul Watson, 61 anni, di origine canadese, leader di 'Sea Shepherd', è stato arrestato in Germania a Francoforte e oggi il fermo è stato convalidato.

Su di lui pendeva un mandato di cattura internazionale, emesso in Costa Rica. L'attivista, atterrato a Francoforte, è stato arrestato proprio all'aeroporto. E il provvedimento ha già sollevato polemiche, anche in Germania. L'eurodeputato Verde Daniel Cohn Bendit ha annunciato l'intenzione di spendersi col governo tedesco per la liberazione di questo leader della protezione degli animali. Ritiene l'arresto "aberrante", ha detto alla France Presse. Il fatto per il quale Watson è finito in detenzione risalirebbe al 2002: l'attivista, secondo quanto ha spiegato un portavoce della procura dell'Assia, è accusato di aver attaccato una nave del Costa Rica, in acque guatemalteche. Avrebbe prima minacciato e poi sferrato un attacco all'equipaggio con un cannone ad acqua ed ora il Costa Rica chiede la consegna di Watson alla giustizia locale, e in Germania si aspetta la decisione del Tribunale.

L'avvocato di Watson Oliver Wallasch ha annunciato l'intenzione di mobilitare l'opinione pubblica contro una decisione ritenuta assurda, riferendo che il suo cliente è costernato. Secondo un militante dell'associazione, inoltre, Watson è stato colto assolutamente di sorpresa: ha sempre viaggiato senza problemi, col suo passaporto, ed era già venuto altre volte anche in Germania. Ex militante di Greenpeace Watson ha fondato negli Usa la sua associazione, una organizzazione non governativa, nel 1977.


ATS
ATS | 14 mag 2012 21:56