Accedi1/2°

Francia 2012: Sarko-Hollande, sfida a ultimo voto

Per il secondo turno delle presidenziali francesi oggi 46 milioni di francesi sono chiamati alle urne per la scelta del settimo presidente della Quinta repubblica. Il socialista Francois Hollande è avanti nei sondaggi, ma il suo vantaggio sul presidente uscente Nicolas Sarkozy si era ridotto venerdì, secondo gli ultimi sondaggi ufficiali, a soli quattro punti (52% a 48%).

I seggi chiuderanno alle 18.00 in tutta la Francia, ma resteranno aperti fino alle 20.00 nelle grandi città. Un milione di francesi hanno già votato da ieri nei Territori d'Oltremare e nei seggi all'estero. L'affluenza - 30,66% a mezzogiorno - è molto elevata e in aumento rispetto al primo turno, come tradizione. Non al livello, però, di quella record del ballottaggio del 2007, 34,11%.

Al primo turno, il 22 aprile, Hollande è arrivato in testa con il 28,63% dei voti contro il 27,18% di Sarkozy. La chiave del voto di oggi sta nel comportamento degli elettori di Bayrou (9,13%) e di Marine Le Pen (17,90). Nè il centrista, nè la leader del Fronte nazionale (estrema destra) hanno dato esplicite consegne di voto, ma si sono esposti personalmente: Bayrou per il candidato socialista, la Le Pen per la scheda bianca.

Se Hollande vincesse, diventerebbe il secondo presidente socialista della Quinta repubblica, dopo Francois Mitterrand che guidò il Paese per due mandati di sette anni, dal 1981 al 1995.


ATS
ATS | 6 mag 2012 13:31