Accedi11/23°

Francia 2012: Sarkò-Hollande, ore decisive

Vicino il ballottaggio finale. Il presidente: "Sarà una sorpresa". L'antagonista: "Niente è ancora sicuro"

Ora decisive per il verdetto finale. La Francia attende le 20 di domani per capire chi la spunterà tra i due candidati separati da soli 4 punti, 52% per Hollande, 48% per Sarkozy.

"Sarà la più grande sorpresa della Quinta repubblica", dice il presidente; "Non commettete l’errore di pensare che tutto sia deciso, io non sono sicuro di niente", dice invece il socialista.

Sarkò e Hollande, dopo una campagna pubblicitaria serrata e l'appuntamento televisivo di mercoledi scorso di cui sono stati protagonisti, fanno il conto alla rovescia.

Attorno a Nicolas Sarkozy, due grandi correnti: quella più scettica che abita all’Eliseo e che sta già preparando gli scatoloni in vista del passaggio di consegne di martedì 15 maggio, e quella degli irriducibili, i compagni d’avventura di questa campagna tutta in salita al grido de ’La France Fortè.

"Sarò stupido - dice Xavier Bertrand, ministro del Lavoro - ma io credo che tutto sia ancora possibile".

Vincerà allora la "Francia forte", o la Francia vogliosa di un netto cambiamento?
Adele | 6 mag 2012 11:50