Accedi13/24°

Irene lascia New York e si sposta verso nord

Per ora l'uragano ha lasciato sulla propria strada almeno 12 morti e 4 milioni di persone senza corrente

Smette di piovere a New York e - secondo il servizio metereologico - è possibile che in città non pioverà più nelle prossime ore anche se la tempesta tropicale Irene potrebbe continuare a farsi sentire con i venti.

"Il peggio della tempesta è passato", ha detto il segretario alla sicurezza nazionale Usa, Janet Napolitano. "Non siamo ancora fuori dai guai" perché la tempesta resta pericolosa e "la mancanza di elettricità resta un problema", ha aggiunto.

"Irene sta lasciando la città per proseguire lungo la costa verso nord", ha detto nel corso della conferenza stampa. Il segretario alla sicurezza nazionale Usa ha informato il presidente Barack Obama degli sviluppi della tempesta tropicale. Napolitano ha detto che una valutazione dei danni è iniziata.

L'urgano, declassato a tempesta tropicale, ha lasciato comunque sulla propria strada almeno 12 morti in cinque stati. E il bilancio è al momento ancora provvisorio.

Il sindaco Michale Bloomberg aggiornerà sulla situazione nelle prossime ore. Il servizio di metropolitana non è ancora chiaro se riprenderà normalmente domani.

Intanto la ConEdison, la società che gestisce l'elettricità a New York, comunica che sono circa 90.000 le persone senza corrente. "Manhattan è stata leggermente colpita dalla" tempesta tropicale Irene e, al momento, non è stata tagliata l'elettricità in nessuna area della città. Le interruzioni del servizio sono dovute alla caduta di alberi. "Continuiamo a monitorare".

Invece sono saliti a 4 i milioni di persone senza corrente, lungo tutta la costa est, a causa del passaggio dell'uragano Irene.


ATS
lara | 28 ago 2011 18:04