Accedi4/10°

Irene: l'uragano è su New York, città fantasma

Con l'irreale e inconsueto aspetto di una città fantasma, New York si è fermata stanotte quando è arrivato sulla città l'uragano Irene, che sta già flagellando le coste del Maryland, dove 743.000 persone sono rimate senza elettricità e dove si è spento da solo un reattore nucleare. Almeno nove persone sono intanto morte da quando ieri Irene ha toccato il territorio degli Usa - l'ultima vittima in Virginia per il crollo di un ramo sulla sua casa.

"Da questo momento la situazione peggiorerà. Il tempo per evacuare è finito", ha detto poco dopo le 22:00 locali (le 4:00 in Svizzera) in una drammatica diretta televisiva il sindaco di New York, Michael Bloomberg, che ha invitato quanti non si fossero allontanati dalla città - da cui sono state evacuate 370.000 persone dalle zone esposte, fra cui Downtown e Lower East Side a Manhattan - ad "andare a casa" e a restare lì fino a quando non sarà passato il peggio.

La metropolitana di New York è chiusa dalle 12 di ieri e le stazioni protette da sacchi di sabbia; gli aerei sono rimasti a terra su quasi tutta la East Coast, i trasporti sono anche a Filadelfia e Boston. Ma la situazione non ha impedito qualche atto spavaldo, come l'uscita sul porto di New York di due uomini in kayak, che sono stati soccorsi: un "atto imprudente", l'ha definito Bloomberg.

Blackout hanno già colpito in modo massiccio nelle zone dove il cuore dell'uragano sta imperversando: nel Maryland almeno 743.000 persone sono senza energia elettrica, secondo la protezione civile dello stato, mentre la compagnia Pepco comunica che nella capitale Washington Dc sono senza corrente in 30.000.

E nel Maryland un reattore nucleare a Calvert Cliffs, sulla Chesapeake Bay, si è spento da solo automaticamente in conseguenza dei forti venti. "L'impianto è al sicuro; non c'é alcuna conseguenza su dipendenti (della centrale) o sui residenti. Non c'é alcuna minaccia", ha assicurato il portavoce della compagnia che la gestisce, mentre in serata è stata spenta per precauzione la centrale nucleare di Oyster Creek, in New Jersey.


ATS
ATS | 28 ago 2011 13:29