Accedi

Borse: un anno targato Usa, ma vince Ho Chi Minh

Sulle Borse mondiali è stato l'anno degli Stati Uniti, con gli indici dei listini a stelle e strisce che hanno continuamente aggiornato i loro massimi storici e che in media hanno guadagnato un quarto del loro valore.

Vista la loro enorme capitalizzazione e la funzione di traino degli altri mercati, l'Oscar 2017 è quindi americano, anche se altre Borse hanno fatto meglio: prime con il 48% di rialzo sono infatti a pari merito Istanbul e l'Ho Chi Minh stock exchange, il sorprendente nome del piccolo listino azionario vietnamita.

In Europa spicca la corsa di Vienna, dalla capitalizzazione comunque ridotta, recupera Atene, bene Zurigo seguita a stretto giro da Milano. In generale nel mondo quasi tutte le Borse sono cresciute, con Hong Kong tra le migliori e Tokyo molto forte, incerta la Cina, negativa Mosca.

Ecco comunque la classifica completa dell'andamento dei mercati finanziari nel 2017.

- HO CHI MINH e ISTANBUL +48%

- HONG KONG +36%

- VIENNA +30%

- NASDAQ (USA) e MUMBAI +28%

- DOW JONES (USA) +25%

- ATENE +24%

- SEUL + 21%

- STANDARD&POOR'S 500 (USA) +20%

- TOKYO +19%

- ZURIGO +14%

- MILANO +13%

- FRANCOFORTE +12%

- PARIGI +9%

- LONDRA e MADRID +7%

- SHANGHAI +6%

- SHENZHEN -3%

- MOSCA -6%.
ATS | 29 dic 2017 18:25