Accedi

Borsa svizzera: primi scambi in ribasso

Apertura in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 9230,20 punti, in flessione dello 0,63% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,66% a 10'576,00 punti.

Il mercato è influenzato dalla chiusure negative di Wall Street (Dow Jones -0,45% a 24'180,64 punti, Nasdaq -0,19% a 6762,21 punti) e dei mercati asiatici, Tokyo in primis (Nikkei -1,97% a 22'177,92 punti).

Stando agli operatori stanno emergendo dubbi riguardo alla riforma fiscale americana. Molti investitori istituzionali tendono inoltre già a chiudere i libri contabili. Nuovi impulsi poterebbero però arrivare nel pomeriggio con la pubblicazione di alcuni dati macroeconomici americani.

Sul fronte interno l'attenzione è puntata su Nestlé (-0,47%), che ieri ha annunciato un'acquisizione miliardaria in Canada. Tutti i 20 titoli principali sono negativi, con l'unica eccezione di SGS (+0,12%)

Anche le altre piazze europee hanno avviato le contrattazioni deboli: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -1,11% a 12'903,41 punti), Parigi (Cac 40 -0,78% a 5333,32 punti), Londra (Ftse-100 -0,47% a 7292,71 punti) e Milano (Ftse Mib -0,88% a 22'214 punti).
ATS | 6 dic 2017 09:09