Accedi

Borsa svizzera poco mossa

La Borsa svizzera si muove vicino alla parità stamattina. Poco prima delle 11.30 l'SMI avanza dello 0,12% a 9'231.06 punti, quello allargato dello 0,07% a 10'593.37 punti.

Operatori parlano di un proseguimento della fase di consolidamento e mettono in evidenza che anche altri mercati azionari hanno perso slancio.

Tra le blue chip Swiss Life cresce dello 0,87%. Nei primi nove mesi dell'anno il gruppo assicurativo zurighese ha registrato un aumento del 3% dei premi incassati, a 13,81 miliardi di franchi. Bene anche Swiss Re (+0,59%) mentre Zurich è invariata.

In flessione invece i bancari, con UBS che cede lo 0,59%, Credit Suisse lo 0,56% e Julius Bär lo 0,17%. In calo pure Nestlé (-0,24%) e Adecco (-0,58%).

Tra gli altri titoli è in netta progressione Givaudan (+1,82%). Gli operatori fanno riferimento ai buoni risultati trimestrali della concorrente tedesca Symrise.

Nel mercato allargato Barry Callebaut perde l'1,47%. Ciò sebbene nell'esercizio 2016/2017, chiuso a fine agosto, il più grande produttore al mondo di prodotti a base di cacao e cioccolato abbia visto l'utile netto accrescersi del 38,3% su un anno a 302,9 milioni di franchi. I ricavi sono aumentati dell'1,9% a 6,8 miliardi di franchi. In termini di volume le vendite del gruppo sono aumentate del 4,4% a 1,9 milioni di tonnellate, molto più della crescita registrata dal mercato mondiale dell'industria dolciaria (+0,1%).

Da parte sua Valora (+1,48%) ha reso noto oggi i dettagli del prospettato aumento di capitale di 160 milioni volto all'acquisto della società alimentare tedesca BackWerk e all'estensione delle capacità produttive negli Usa. Il gruppo intende emettere 687'119 azioni al massimo, per un valore di un franco cadauna. Il via libera degli azionisti per questa operazione è atteso per oggi al termine di un'assemblea generale straordinaria. In caso di nullaosta, il periodo di sottoscrizione decorrerà dal 13 fino al 20 di novembre.
ATS | 8 nov 2017 11:37