Accedi

Borsa svizzera amplia perdite

Dopo un avvio in lieve rialzo, i listini alla Borsa svizzera sono scivolati sotto la parità, appesantiti dalle vendite sui titoli difensivi. Verso le 11.25, l'indice delle blue chip SMI perdeva lo 0,37% a 9254,17 punti.

L'indice completo SPI cedeva lo 0,36% a 10619,04 punti.

Sotto osservazione oggi il titolo Adecco, che arretrava dell'1,85%. Il leader mondiale del lavoro interinale ha realizzato nei primi nove mesi un utile netto in calo del 3% a 491 milioni di euro. Il giro d'affari è aumentato del 5% a 17,6 miliardi di euro.

Il solo terzo trimestre si è rivelato meno favorevole: l'utile netto si è contratto del 29% su base annua a 123 milioni di euro. I ricavi tra luglio e fine settembre sono invece progrediti del 2% a 5,9 miliardi di euro. Il risultato del terzo trimestre appare inferiore alle attese degli analisti contattati dall'agenzia finanziaria awp.

Oltre ad Adecco, anche i titoli difensivi contribuiscono a deprimere il mercato. Roche cedeva lo 0,47%, Novartis lo 0,84%, Nestlé lo 0,65%.

Contrastati i titoli finanziari. UBS saliva dello 0,12%, mentre Credit Suisse cedeva lo 0,06% e Julius Baer lo 0,09%. Meglio gli assicurativi, con Zurich in crescita dello 0,46%, Swiss Re dello 0,43% e Swiss Life dello 0,15%.

Andamento altalenante per le azioni più sensibili alla congiuntura. ABB saliva dello 0,19%, Sika dello 0,14%. In flessione invece LafargeHolcim (-0,44%). Per il settore del lusso, Swatch cedeva lo 0,60% e Richemont lo 0,05%.
ATS | 7 nov 2017 11:37