Accedi

Borsa svizzera: SMI cede lo 0.36%

Giornata negativa oggi per la Borsa svizzera. L'indice SMI dei principali titoli ha ceduto lo 0.36% a 9'288.78 punti. Andamento analogo per il listino completo SPI, che è sceso dello 0.32% a quota 10'657.75.

Il mercato oggi è risultato poco mosso nell'attesa di nuove pubblicazioni di risultati di aziende. Domani sono attesi i trimestrali di Adecco. Da notare però che stamattina l'SMI ha fatto un'escursione al di sopra della linea di demarcazione durante la quale ha toccato un massimo intraday di 9327,74, il più elevato di questo 2017.

Sul fronte macroeconomico, in Svizzera i prezzi sono cresciuti dello 0,1% rispetto a settembre. Nel confronto con ottobre 2016 risulta un rincaro dello 0,7%.

In Europa, i prezzi della produzione industriale a settembre sono saliti dello 0,6% rispetto ad agosto sia nella zona euro che nell'Ue nel suo complesso. In Germania gli ordini industriali sono saliti dell'1%, mentre era atteso un calo dell'1,1%.

A livello di singole aziende, oggi si è saputo che ABB - il cui titolo è sceso dello 0.23% a 26.12 franchi - intende spostare in India e Polonia le attività produttive del sito di Meyrin (GE). Cento gli impieghi a rischio, stando al sindacato Syna.

In una giornata estremamente povera di notizie provenienti dalle società quotate allo SMI, i bancari hanno terminato la giornata borsistica con risultati negativi: Julius Bär ha perso l'1.18% a 58.75 franchi, Credit Suisse lo 0.37% a 16.08 franchi, mentre UBS lo 0.76% a 16.94 franchi.

Gli assicurativi hanno chiuso con accenti diversi: Zurich Insurance ha ceduto lo 0.26% a 302.10 franchi, Swiss Life lo 0.17% a 344.20 franchi, mentre Swiss Re ha guadagnato lo 0.05% a 93.40 franchi.

Hanno chiuso in rosso i valori più sensibili ai cicli economici come Adecco (-0.76% a 78.25 franchi), Geberit (-0.97% a 440.10 franchi) e LafargeHolcim (-1.05% a 56.35). Nel segmento del lusso Richemont (-0.38% a 91.90 franchi) è andata meno peggio di Swatch (-2.93% a 381.20 franchi).

Hanno chiuso in calo i pesi massimi difensivi Nestlé (-0.53% a 84.30 franchi) e Roche (-0.04% a 232.60 franchi). Invariato Novartis (83.60 franchi). Completano lo scacchiere delle 20 blue chip Givaudan (-0.62% a 2'257 franchi), Lonza (-0.45% a 267 franchi), SGS (-0.45% a 2'459 franchi), Sika (-0.40% a 7'385 franchi) e Swisscom (+0.50% a 504.50 franchi).

Nel mercato allargato, da segnalare i guadagni di Leclanché: +2.08% a 2.45 franchi. La società di Yverdon-les-Bains (VD) che fabbrica batterie ha annunciato oggi di aver ricevuto un ordine da 5 milioni di euro in Germania.
ATS | 6 nov 2017 17:51