Accedi

Gazprom aumenta forniture gas a futuri clienti Nord Stream

Gazprom, nel periodo gennaio-ottobre del 2017, ha rafforzato le esportazioni verso i Paesi dell'Europa occidentale e centrale che potranno ricevere in futuro forniture dal gasdotto Nord Stream 2. Lo fa sapere la stessa Gazprom.

In particolare, le forniture di gas verso la Germania sono aumentate dell'8,6%, verso la Francia del 5,9%, verso l'Austria del 42,7%, verso la Slovacchia del 26% e verso la Repubblica Ceca del 28,7%. Il gasdotto Nord Stream 2 dovrebbe entrare in servizio alla fine del 2019, raddoppierà la capacità del primo tratto e seguirà fondamentalmente il suo percorso.

In aprile, Gazprom, Engie, OMV, Royal Dutch Shell, Uniper e Wintershall hanno firmato accordi sul nuovo modello di finanziamento per il progetto. Gazprom rimarrà l'unico azionista della società Nord Stream 2 AG, mentre le cinque società europee forniranno finanziamenti a lungo termine per un importo del 50% del costo totale del progetto, stimato attualmente a 9,5 miliardi di euro. Il gasdotto però è finito direttamente nel mirino dell'amministrazione Usa.
ATS | 3 nov 2017 13:43