Accedi

L'indicatore del KOF dell'impiego resta orientato all'aumento

Segnali positivi per il mercato del lavoro elvetico: l'indicatore dell'impiego calcolato dal Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF) si è attestato nel quarto trimestre del 2017 a 2,4 punti, valore mai raggiunto dalla fine del 2014.

Nei tre mesi precedenti era di 0,6 punti (valore corretto dopo una prima stima di 2,5 punti). Nell'industria, è positivo per la prima volta dalla metà del 2011.

Il miglioramento registrato nel quarto trimestre concerne in particolare le attese delle imprese sull'impiego: sempre più aziende intendono aumentare il numero degli effettivi nei prossimi mesi.

L'aumento dell'indicatore è stimolato dai settore orientati all'esportazione. È in particolare migliorato il clima nell'industria di trasformazione. Per la prima volta da oltre sei anni a questa parte, l'indicatore dell'impiego nell'industria è appena positivo.

In altri termini, il numero delle imprese industriali che desiderano aumentare l'occupazione è leggermente superiore al numero di quelle che intendono diminuirla. A questo miglioramento hanno sicuramente contribuito la buona congiuntura nei paesi europei e il deprezzamento registrato dal franco svizzero nei ultimi mesi, precisa in KOF in una nota.

Rispetto all'inizio dell'anno, gli indicatori sono migliorati anche nell'edilizia, nel settore alberghiero, nelle banche e nel commercio all'ingrosso, come pure presso altri prestatori di servizi. Invece, quello del commercio al dettagli marcia sul posto e resta negativo.

L'indicatore dell'impiego del KOF si basa su inchieste trimestrali condotte in nove settori d'attività. È stato rivisto e si basa ormai prima di tutto su dati corretti dei valori stagionali. Alle imprese viene fra l'altro chiesto se nei tre mesi successivi intendono creare o cancellare posti di lavoro.
ATS | 3 nov 2017 12:10