Accedi

Borsa svizzera: SMI in equilibrio dopo annuncio BNS

La Borsa svizzera in mattinata rimane in equilibrio dopo l'annuncio della Banca nazionale svizzera. Attorno alle 11.10 l'indice SMI era in crescita dello 0,02% a 9'056 punti e l'indice allargato SPI saliva dello 0,06% a 10'336 punti.

La BNS, come previsto, ha mantenuto la linea della sua politica monetaria, ma ha rivisto al ribasso le previsioni di crescita per l'anno in corso. I tassi di riferimento sono rimasti invariati. L'istituto di emissione ha lasciato intendere che sul fronte delle divise la situazione si è calmata: il franco si situa a un "livello elevato" e la "netta sopravvalutazione" si è ridotta "di un certa misura". L'annuncio della BNS, anticipata dal mercato, non ha suscitato grandi reazioni, né sul fronte dei cambi, né sulla piazza borsistica.

L'attenzione è diretta sugli assicuratori. Swiss Life ha perso l'1,81% dopo essere stata contattata dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DOJ) in relazione alle sue attività transfrontaliere con clienti americani.

Swiss Re è scesa dello 0,29% dopo un avvertimento sui risultati di Munich Re. Il riassicuratore tedesco ha annunciato che rischia di non raggiungere gli obbiettivi per quanto riguarda l'utile quest'anno a causa delle perdite causate dagli uragano Harvey e Irma.

I gruppi orologieri Richemont e Swatch continuano in negativo come ieri: il primo ha perso l'1,08% e il secondo lo 0,99%.

Fra i bancari Julius Bär guadagna lo 0,28%, Credit Suisse è in parità mentre UBS rimane in territorio negativo e perde lo 0,25%.

Sul mercato allargato Kudelski, selezionata dalla federazione tedesca di calcio per lottare contro la pirateria in internet, è rimasta invariata.

BFW Liegenschaften guadagna l'1,2%. Nel primo semestre 2017 ha registrato un utile di 5,9 milioni di franchi, contro una perdita di 2,6 milioni l'anno prima. Anche Newron è tornata in positivo nel primo semestre e guadagna il 4,63%.
ATS | 14 set 2017 11:26