Accedi

Disoccupazione ILO più alta in Svizzera che in Germania

Più disoccupazione in Svizzera che in Germania: nel terzo trimestre il tasso dei senza lavoro nella Confederazione secondo la definizione dell'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) ha raggiunto il 4,9%, contro il 4,8% dello stesso periodo del 2014.

Stando a quanto comunicato oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST), in Germania la quota è per contro scesa dal 4,8% al 4,4%, la più bassa dell'Ue. Al secondo posto si trova la Repubblica Ceca (4,8%). La Francia è al 10,2%, l'Italia al 10,6%, mentre fanalini di coda sono Spagna (21,2%) e Grecia (24,6%).

A titolo di confronto la disoccupazione "ufficiale" elvetica - quella calcolata dalla Segreteria di Stato dell'economia (SECO) e resa nota a scadenza mensile - ammontava in luglio al 3,1%, in agosto al 3,2% e in settembre pure al 3,2%.

La disoccupazione giovanile ILO è al 10,6% in Svizzera (-0,4 punti). È diminuita più fortemente (-3,7 punti al 35,9%) in Italia, mentre continua ad aumentare in Grecia (52,4%, +2,9 punti). In media nell'Eurozona è al 21,7%.

In Svizzera aumentano intanto le persone che lavorano: nel terzo trimestre 2015 gli occupati erano 4,94 milioni, con una progressione dell’1,1% su base annua. La manodopera elvetica è salita dello 0,9% a 3,43 milioni, mentre più marcata risulta la progressione degli stranieri, che hanno visto un incremento dell'1,6% a 1,51 milioni. Fra questi ultimi aumentano i frontalieri (+4,0% a 296'000), i titolari di permessi di dimora B (+0,8% a 399'000) e i possessori di un permesso di domicilio C (+1,8% a 731'000), mentre diminuiscono i titolari di un'autorizzazione di breve durata (-6,4% a 52'000).

Concentrando l'attenzione sui frontalieri, si nota che la crescita è superiore a quella rilevata nel primo (+2,6%) e nel secondo trimestre (+2,4%), nonché in linea con quella del 2014 (dati dei quattro trimestri: +4,1%, +4,3%, +4,0% e +4,4%). L'UST non ha ancora messo a disposizione dati disaggregati cantonali: saranno pubblicati in un secondo tempo.
ATS | 12 nov 2015 14:55