Accedi16/24°

Samaras promette ritorno "spettacolare" Grecia

La Grecia farà un "ritorno spettacolare" sulla scena europea ricorrendo alla ricetta miracolosa che fece conquistare ad Atene gli europei di calcio del 2004. Lo promette il premier greco Antonis Samaras in un'intervista a "Bild" che sarà in edicola domani e di cui è stata diffusa un'anticipazione.

"È evidente che rimborseremo i nostri debiti, lo prometto. Saremo protagonisti di un ritorno spettacolare", ha assicurato il premier di Atene lanciandosi in un paragone con la vittoria della Grecia agli europei di calcio del 2004.

"Fu un miracolo", ha osservato Samaras ricordando come l'allenatore tedesco della squadra ellenica, Otto Rehhagel, all'epoca disse che "il successo fu il risultato di un insieme di valori tedeschi, dell'entusiasmo greco e di inventiva". "Dunque - è l'osservazione del premier greco - abbiamo la buona ricetta" per risalire la china.

In un'altra intervista alla "Süddeutsche Zeitung" che sarà pubblicata domani, Samaras promette poi che "i tedeschi riavranno i loro soldi, lo garantisco personalmente".

Intanto la cancelliera tedesca Angela Merkel ha detto che nessuna decisione sugli aiuti alla Grecia sarà presa durante il colloquio con Samaras, previsto per venerdì a Berlino, perché occorre aspettare il rapporto della troika.

Anche il presidente dell'Eurogruppo Jean Claude Juncker, al termine dell'incontro con Samaras, ha dichiarato che la proroga per risanare i conti "dipenderà dal rapporto della troika".

Stando a quanto riporta il sito online del quotidiano "Kathimerini", "per quanto riguarda l'immediato futuro, la palla è nel campo della Grecia: è la loro ultima possibilità", ha detto Juncker. Secondo il presidente dell'Eurogruppo "la verità è che la Grecia soffre una crisi di credibilità".

Juncker si è anche detto "totalmente contrario" all'uscita della Grecia dall'eurozona in quanto un'eventualità di questo genere "non l'aiuterebbe e anzi creerebbe rischi maggiori" sia alla Grecia che all'Ue.

Tuttavia Citigroup ritiene ci siano il 90% di possibilità che la Grecia lasci l'euro. Lo afferma, riporta l'agenzia Bloomberg, la grande banca in una nota, sottolineando che un'uscita potrebbe avvenire già in settembre o ottobre.


ATS
ATS | 22 ago 2012 21:00