Accedi16/24°

Borsa svizzera: mattinata in lieve rialzo

La Borsa svizzera si è mossa stamane in territorio leggermente positivo. Gli sviluppi in Asia e negli Stati Uniti non hanno fornito indicazioni chiare, hanno osservato gli operatori, rilevando che i problemi della crisi dell'euro e l'indebolimento della congiuntura frenano gli investitori. Alle 11.30 circa il listino principale segna 6520,58 punti, in aumento dello 0,22%. L'indice allargato SPI è a quota 6026,19 (+0,19%).

Intanto sono giunte notizie su un nuovo pacchetto di tagli alla spesa pubblica per 13,5 miliardi di euro approntato dal governo di Atene. Dal canto suo, la Spagna ha fatto il pieno in un'asta di titoli a 12 e 18 mesi, con tassi in deciso calo.

A Zurigo il titolo Julius Bär sale del 2,07%. L'aumento di capitale proposto dalla banca agli azionisti per finanziare l'acquisto delle attività di gestione patrimoniale al di fuori degli Stati Uniti dell'americana Merrill Lynch sarà limitato a 500 milioni di franchi, invece dei 750 milioni previsti. L'istituto ha voluto così tener conto delle reazioni dell'azionariato. I 750 milioni erano ritenuti necessari anche per garantire la flessibilità futura della banca, aveva spiegato l'istituto il 13 agosto all'annuncio della transazione.

Il Credit Suisse avanza dell'1,95%, l'UBS dello 0,95%. Più contenuti gli aumenti dei valori guida assicurativi con Swiss Re in crescita dello 0,66% e Zurich dello 0,17%.

Contrastati i titoli più legati ai cicli congiunturali. ABB perde l'1,25%, influenzata dal peggioramento del giudizio di Deutsche Bank, Geberit lo 0,10%, mentre Adecco sale dello 0,63% e Holcim dello 0,92%. Fra i titoli del lusso Richemont guadagna l'1,06%, favorita da una raccomandazione di Citigroup, Swatch Group lo 0,29%.

Sul mercato allargato, fra le imprese che hanno presentato stamane il bilancio semestrale Straumann lascia sul terreno l'8,27%. I risultati sono inferiori alle previsioni e il produttore di impianti dentali ha abbassato le previsioni per il 2012.

L'azione di Lindt & Sprüngli scende dell'1,82%. Secondo gli operatori, il mercato si aspettava l'annuncio di un nuovo programma di riacquisto di azioni da parte del produttore di cioccolato. Kudelski perde lo 0,52%, Charles Vögele non registra variazioni, Walter Meier guadagna il 3,05% e Repower scende del 3,46%.


ATS
ATS | 21 ago 2012 12:57