Accedi13/24°

Borsa svizzera chiude negativa, SMI -0,35%

Giornata senza impulsi oggi alla borsa svizzera. Al termine delle contrattazioni, l'indice dei titoli guida SMI ha lasciato sul terreno lo 0,35% a 6506,25 punti. Sul mercato allargato, l'SPI ha terminato in flessione dello 0,31% a 6014,51 punti.

Stando ad operatori contattati dalla Reuters, il mercato ha sofferto l'assenza di impulsi. I bilanci provvisori dei maggiori gruppi sono già stati resi noti. Gli investitori ne hanno quindi approfittato per prese di beneficio dopo le ultime sedute al rialzo.

A trattenere gli investitori sono anche state le voci sulla scoperta di nuovi buchi nei bilanci greci. Oltre a ciò, la smentita da parte della BCE di speculazioni secondo cui la Banca centrale europea potrebbe acquistare i titoli di Stato che superano un certo livello di rischio ha spinto verso il basso i titoli bancari, in precedenza oggetto di acquisto a causa di queste stesse voci.

Gli operatori attendono poi la decisione della Corte costituzionale tedesca sul meccanismo salva-Stati. Prima di questa decisione, attesa per inizio settembre, i mercati non si aspettano quindi grandi impulsi.

Tra i titoli bancari, UBS ha chiuso in calo dell'1,77% a 10,53 franchi, Credit Suisse dell'1,30% a 17,42 franchi e Julius Baer dell'1,01% a 31,38 franchi. Tra gli assicurativi, Zurich Insurance ha guadagnato l'1,22% a 232,90 franchi, mentre Swiss Re ha lasciato sul campo lo 0,73% a 60,90 franchi.

Hanno appesantito i listini le vendite sui titoli difensivi. Nestlé ha perso lo 0,17% a 60,10 franchi, Novartis lo 0,51% a 58,35 franchi e Roche lo 0,68% a 174,40 franchi.

In crescita i titoli del lusso, con Swatch che ha guadagnato lo 0,71% a 410,50 franchi e Richemont lo 0,66% a 61,20 franchi. Positivi anche ABB (+0,63% a 17,54 franchi) e Holcim (+0,25% a 59,60 franchi).


ATS
ATS | 20 ago 2012 17:52