Accedi0/8°

Borse nervose con Grecia e Spagna, spread resta a 400

Le Borse del Vecchio Continente si lasciano alle spalle una settimana pesante, caratterizzata dall'incognita Grecia e dai timori sulla tenuta delle banche spagnole, mentre l'Italia fa il pieno in un'asta di Bot a 3 e 12 mesi con tassi in calo ma lo spread Btp a 10 anni resta sui 400 punti base (399,2).

Appesantite dal caos post-elettorale in cui è precipitata Atene e dall'annuncio shock di JPMorgan di aver perso 2 miliardi di dollari sul trading dei derivati in sole sei settimane, le Piazze europee hanno viaggiato per gran parte della seduta odierna in rosso e solo nelle battute finali sono riuscite a recuperare grazie ai dati sulla fiducia dei consumatori americani, che a sorpresa a maggio sale ai massimi da quattro anni a questa parte.

L'indice è volato a 77,8 punti da 76,4 di aprile, segnando il livello più alto da gennaio 2008, contro attese per un calo a 76 punti. È così Francoforte mette a segno un rialzo sostanzioso (+0,95%), più contenuto quello di Londra (+0,57%), striminzito quello di Milano (+0,29%). Parigi chiude invece invariata (-0,01%), mentre affonda Atene (-4,52%) e lima i danni Madrid (-0,71%). Il governo spagnolo oggi ha ordinato alle banche di accantonare altri 30 miliardi di euro di capitale aggiuntivo per compensare le perdite sul mercato immobiliare.

In Grecia intanto anche il leader socialista Evangelos Venizelos ha rinunciato a formare un governo, dopo il fallimento dei colloqui con i partiti della sinistra radicale e così l'ipotesi che Atene possa lasciare l'euro si rafforza di giorno in giorno.

"Noi vogliamo che la Grecia resti nella zona euro. Ma lo deve volere anche Atene e rispettare i suoi impegni. Non possiamo forzare nessuno", ha dichiarato il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, sottolineando che l'Europa "non affonderà così facilmente" se la Grecia dovesse uscire dall'euro.

E le voci di una uscita della Grecia dall'euro penalizzano proprio la moneta unica, precipitata oggi a 1,2905 dollari, toccando la quotazione più bassa dal 23 gennaio scorso.


ATS
ATS | 11 mag 2012 20:31