Accedi17/24°

Salari: crescita dell'1% nel 2011

Retribuzioni in crescita in Svizzera nel 2011: l'indice dei salari nominali è aumentato in media dell'1% rispetto all'anno precedente, portandosi a 101,0 punti (base 2010=100). Tale incremento, leggermente superiore a quello osservato nel 2010 (+0,8%), resta comunque nettamente inferiore a quello registrato nel 2008 (+2%) e nel 2009 (+2,1%).

Tenuto conto di un tasso di inflazione annuo medio dello 0,2%, il potere d'acquisto è salito dello 0,7% nel 2011, indica l'Ufficio federale di statistica (UST) in una nota odierna. Si tratta di una progressione leggermente inferiore alla media degli ultimi cinque anni (+0,8%).

Nel terziario è stato rilevato in media un aumento dell'1% in termini nominali, valore simile a quello del 2010 (+0,9%). I rialzi più marcati sono stati segnati nelle attività informatiche e altri servizi informativi (+2,5%) e nelle assicurazioni (+2,3%), seguiti dal commercio al dettaglio (+1,7%) e dai servizi finanziari (+1,1%). Nell'amministrazione pubblica e nei servizi di alloggio e ristorazione i salari nominali sono invece rimasti stabili.

Anche nel settore secondario la crescita è stata pari all'1% (+0,5% nel 2010). Nei rami d'esportazione più importanti gli aumenti in busta paga sono stati più consistenti: +1,4% nell'industria chimico-farmaceutica, +1,1% in quelli della fabbricazione di macchinari e apparecchiature.

Tra il 2007 e il 2011, i salari nominali sono progrediti in media dell'1,5% ogni anno nel settore terziario e dell'1,4% in quello secondario.


ATS
ATS | 27 apr 2012 10:13