Accedi11/23°

Credit Suisse: utili in calo

L'anno scorso il beneficio fu di 1,14 miliardi. La seconda banca svizzera ha rinnovato il modello di business

Lievi utili per Credit Suisse nel primo trimestre 2012: il numero due bancario elvetico ha infatti registrato nei primi tre mesi dell'anno un utile netto di 44 milioni di franchi, contro 1,14 miliardi realizzati nello stesso periodo del 2011.

Il calo è dovuto a perdite "da fair value" per 1,554 miliardi di franchi ante imposte, riconducibili al notevole restringimento dei propri "spread di credito", indica l'istituto in una nota odierna.

L'utile netto normalizzato attribuile agli azionisti è di 1,355 miliardi di franchi. Da notare che Credit Suisse era sprofondato nelle cifre rosse nel quarto trimestre 2011.

"Abbiamo incominciato bene il 2012, iniziando a vedere gli effetti delle misure annunciate a metà 2011 per il rinnovamento del nostro modello di business e della nostra struttura di costi e l'allineamento alla nuova realtà. Abbiamo beneficiato del miglioramento delle condizioni dei mercati", ha commentato il CEO della grande banca, Brady Dougan.


ATS
eleonora | 25 apr 2012 14:30