Accedi0/8°

Repsol: Argentina vuole YPF a poco prezzo

L'Argentina non intende certo "svenarsi" per nazionalizzare Ypf. Lo ha affermato l'amministratore delegato di Repsol Antonio Brufau, la compagnia che controlla Ypf, durante una conferenza stampa odierna riportata da Bloomberg.

La compagnia petrolifera spagnola, ha proseguito, utilizzerà tutti gli strumenti legali a sua disposizione e chiederà una compensazione adeguata per la società, il cui valore è stimato a 18,3 miliardi di dollari, pari a 46,55 dollari per azione.

Secondo Brufau, la presidente dell'Argentina, Cristina Kirchner, nell'annunciare la nazionalizzazione di Ypf "fa solo propaganda" per "coprire la crisi economica del Paese" e per "distrarre la popolazione dai problemi interni".

Secondo Brufau, l'operazione nei confronti di Ypf è "discriminatoria", perché riguarda un caso singolo, e "ingiustificata".


ATS
ATS | 17 apr 2012 10:32