Accedi
Commenti 16

Divieto di bollire le aragoste vive: due chef a confronto

PARTECIPA AL SONDAGGIO - Lo chef stellato Bernard Fournier: "Politici svizzeri folli". Oliver Bondini:"Etica in cucina"

Sta facendo discutere nel mondo della gastronomia, non solo quella svizzera ma di tutta Europa, la decisione del Consiglio Federale di vietare l'immersione delle aragoste e degli astici vivi in acqua bollente per cucinarle. Ma cosa ne pensano gli chef? 

Bernard Fournier
"E' una grandissima cavolata, per usare un eufemismo. Non si può cucinare un'aragosta già morta: rimarrebbe poco polpa, peraltro molle e stopposa. Sarebbe uno spreco di cibo.E poi, se seguiamo lo stesso principio, allora smettiamo di cucinare i maiali, o il tonno, o tanti altri animali che non soffrono meno dei crostacei. I politici svizzeri dovrebbero fare un corso di cucina o discutere con gli chef, come fa il Parlamento Europeo, prima di prendere questo tipo di provvedimenti. Con una misura del genere tanto vale smettere di cucinare aragoste: ma così danneggiano l'alta cucina nazionale".

Oliver Bondini
"Trovo che la scelta del Consiglio Federale sia sensata e la appoggio pienamente. Molti miei colleghi obiettano che sia l'unico modo per cucinarle: vorrà dire che si toglieranno le aragoste dalla carta. Non c'è motivo di infliggere torture agli animali, dobbiamo avere il coraggio di rinunciare a quello che non va più bene e porci un limite. Siamo nel 2018, noi chef dobbiamo essere in grado di rimanere al passo con i tempi, sostituendo le aragoste con qualcosa che non vada cotto vivo. Se non teniamo un'etica in cucina tanto vale cominciare a cucinare foche, delfini, per non dire altro..."

E voi da che parte state? Partecipate al sondaggio!

Redazione | 25 feb 2018 19:00

Sondaggio
Divieto di bollire le aragoste vive. Cosa ne pensate?
Divieto giusto0%
Era ora0%
Assolutamente contrario. È una tradizione culinaria0%
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'