Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 3

Scopre lo stipendio del collega e si licenzia

Catt Sadler, volto noto della tv statunitense, lascia: il co-conduttore prendeva il doppio per lo stesso lavoro a pari anzianità

Catt Sadler, presentatrice del canale E! Entertainment e dei programmi E! News e Daily Pop, ha lasciato dopo 14 anni il suo lavoro dopo aver appreso della disparità di salario con il suo collega e co-presentatore Jason Kennedy: prendeva il doppio rispetto al suo stipendio. E questo nonostante i due abbiano iniziato a lavorare insieme lo stesso anno e svolgano compiti molto simili.

L'addio della conduttrice ha fatto molto rumore negli Stati Uniti proprio perché Sadler è presente sul piccolo schermo da molto tempo.

"È stato umiliante" ha raccontato la conduttrice quando è venuta a sapere dei compensi del collega. "Ho dato tutta me stessa per questo canale e ho sacrificato del tempo alla mia famiglia per dedicarmi alla carriera. Quando scopri una cosa similie, ti senti piccola, sottostimata e poco apprezzata".

Sadler non si è comunque persa d'animo, decidendo di avviare le pratiche per chiedere al canale E! di essere pagata quanto il suo collega. Richiesta che le è stata negata: "Non solo E! si è rifiutato di pagarmi allo stesso modo, ma non ci è andato neanche vicino" ha affermato la conduttrice, che ha quindi deciso di lasciare per una questione di coerenza: "Conosco il mio valore e per quanto io voglia rimanere, sento l'obbligo di far scattare un cambiamento".

Il canale, dal canto suo, si è giustificato tramite un portavoce affermando che "offre il giusto guadagno ai suoi dipendenti, basandosi sui ruoli, senza tener conto del genere sessuale. Stimiamo Catt Sadler e i contributi che ha dato a E! News. Le auguriamo tutto il meglio, dopo la scelta di lasciare il network".

La Sadler ha tuttavia voluto chiarire che tra lei e il suo collega Jason Kennedy non scorre cattivo sangue: "È uno dei miei migliori amici e in nessun modo voglio che questa vicenda abbia un impatto negativo su di lui. Il problema non è lui, ma il sistema".

Redazione | 21 dic 2017 18:12

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'