Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 2

Opera "sessualmente esplicita" bannata dal Louvre

Il direttore ha vietato l'installazione del collettivo olandese Atelier Van Lieshout, che replica: "Non si vedono genitali"

Sarebbe dovuta essere esposta nei giardini del Louvre dal 19 ottobre nell'ambito del programma artistico "Hors Les Murs", organizzato dalla Fiera d'arte contemporanea Fiac. Ma il direttore del museo Jean-Luc Martinez ha fatto dietrofront, vietando l'installazione "Domestikator", realizzata dal collettivo olandese Atelier Van Lieushout. Questo perché l'opera è "sessualmente esplicita" e potrebbe essere fraintesa dai visitatori. 

Indignato il fondatore del collettivo Joep Van Lieshout, che respinge le accuse dalle pagine del New York Times: "Il pezzo non è esplicito, è una forma molto astratta. Non ci sono genitali ed è abbastanza innocente". La scultura è stata inoltre esposta alla Ruhrtriennale di Bochum, in Germania, e nessuno finora si è mai lamentato.

Stando ai creatori, l'opera simboleggia "il potere dell'umanità nel mondo e il suo approccio ipocrita alla natura".

Molti però non sembrano aver colto questo messaggio. Voi che ne dite?

Guarda le foto nella gallery 

Redazione | 4 ott 2017 17:48

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'