Accedi
Commenti

Le donne e il digitale: la comunicazione dell'azienda 4.0

Donne e tecnologia sono un binomio vincente è dimostrato dai dati storici e riconfermato oggi dall’affermazione dirompente del talento femminile.

Oggi tiene banco una liaison, considerata da molti, troppi ancora, altrettanto irrealistica o quantomeno dubbia: quella tra donne e nuove tecnologie. I numeri, certo non sono dalla nostra parte: la quantità di donne che si laureano in discipline informatiche (e affini) certificano un gender gap che appare incolmabile seppure la forchetta vada pian piano riducendosi. Donne e tecnologia sono un binomio vincente è dimostrato dai dati storici e riconfermato oggi dall’affermazione dirompente del talento femminile sia al servizio della ricerca scientifica sia nelle sue declinazioni tecnologiche.

Ad esempio se oggi abbiamo gli smartphone è anche merito di Sophie Wilson che ha realizzato uno dei primi pc e progettato microprocessori per smartphone. Nata in Gran Bretagna ha disegnato e implementato il prototipo del primo Microcomputer prodotto dalla Acorn di cui sono stati venduti milioni di pezzi a singoli utenti ma soprattutto alle scuole di tutto il Regno Unito

Il significato della digital transformation riassume quel passaggio epocale che ha portato le aziende dall'automazione all'ICT. Non è stato né facile né scontato: ieri, così come oggi. Eppure i computer (e la loro evoluzione portatile, sempre più smart) sono diventati un asset fondamentale per ogni tipo di organizzazione.

Secondo la Commissione europea, spiega Michele Lamartina, amministratore delegato di Ca Technologies, intervenuto alla presentazione della ricerca di NetConsulting Cube “Donne e digital transformation” , se nelle imprese Ict ci fossero 50% donne e 50% uomini, il Pil europeo avrebbe un aumento di 9 miliardi di euro all’anno. 

Oggi si parla moltissimo di digital transformation, trasformazione digitale e innovazione ma, al di là della creatività e delle vision necessarie a finalizzare i percorsi dell'evoluzione aziendale, il tema rimane sempre e comunque la capacità di bilanciare gli investimenti tecnologici per finanziare una migliore efficienza del business.

Non è per una questione di mancanza di interesse, ma è perché è ancora forte la convinzione secondo cui la tecnologia è una cosa da maschi, perché gli uomini sono naturalmente inclini a lavorare con computer e algoritmi. E si tratta di una tendenza che, come ben sappiamo, non si manifesta solo in alcune parti del mondo e non in altre: riguarda tutti e da molto vicino.

Per cercare di contrastarla ci vorrebbe la collaborazione di più elementi, ma soprattutto sarebbe necessario un mutamento generale di prospettive. Perché sicuramente i programmi educativi e la formazione sono fondamentali, per consentire anche alle bambine di avere le stesse possibilità dei maschi, ma è necessario anche che le aziende tech si decidano ad aprire le porte, in modo diverso, all’enorme risorsa che le donne potrebbero rappresentare per loro.

Il 21 novembre sarà la prima Giornata digitale che si terrà in diverse città svizzere con l’obiettivo di permettere al pubblico di sperimentare e interagire di persona le tecnologie del futuro.

Per questo Ated ICT- Ticino ha deciso di organizzare un evento dove le maggior parte degli speech saranno tenuti da donne che ricoprono ruoli di rilevanza nel mondo digital 4.0 rivolto sia ad aziende che a privati con lo scopo di far portare a casa skills interessanti e utili da poter subito mettere in pratica e la possibilità di un confronto proficuo e produttivo volto al miglioramento.

 

Il programma della giornata:

14:00-14:30 Registrazione

14:30-14:45 Saluti e presentazione del gruppo women4digital

14:45-15:15L'importanza dell'immagine nei social media - Isabella Ratti

La nostra immagine profilo parla, dice di noi molto più di quello che crediamo e che vorremmo. L’ immagine è importante perchè racconta chi sei e cosa fai con l’obiettivo di far capire ai clienti cosa offri con i tuoi servizi. Conseguentemente devi saper essere attraente, perché ogni dettaglio assume un’importanza fondamentale. La nostra immagine non è solo la scelta di un capo d’abbigliamento: è l’espressione di ciò che pensiamo di noi stessi, di come vorremmo che ci vedessero gli altri, della sintonia che abbiamo con il nostro aspetto.

15:15-15:45 Linkedin super avanzato: social selling ed employer branding - Valeria Re

Linkedin per Marketing, CRM, Vendite e Risorse Umane: alla scoperta delle opportunità per le Aziende e delle funzionalità meno conosciute del social network. Social selling ed employer branding sono nuove modalità di lavoro ma anche occasioni da non perdere.

15:45-16:15 Pausa caffè di networking

16:15-16:30 Presentazione Civati Jewels - Alessandro Civati

Civati Jewels è una giovane realtà nata nel 2013 in Inghilterra. Nel 2016 abbiamo trasferito la sede commerciale a Paradiso (Svizzera) ed aperto la nostra fabbrica a Valenza (Italia), patria dell’alta gioielleria. Siamo specializzati nella creazione di articoli preziosi su misura per i nostri clienti, operando tra l’Africa ed il Medio Oriente. Nel 2017 volendo ampliare in modo considerevole il nostro business abbiamo creato il marchio “Taranis .Capital” che si prefigge di vendere le nostre splendide pietre preziose singolarmente o in pariglie. Crediamo nell’alta qualità, nello studio dei dettagli, nell’amore da applicare alle nostre creazioni, oltre che alla tecnologia, che ci permetterà di crescere nel mondo.

16:30-17:00 "NEW FASHION SHOPPING BAG" - Simona Miele - Silvia Testi

Il carrello si evolve, i modelli si integrano, le esperienze di acquisto nascono da contaminazioni tra reale e virtuale, dal social commerce ai last minute. La produzione si modifica per rispondere a nuovi modelli sostenibili molto più competitivi dei negozi, le collezioni nascono x l'ecommerce e non solo più per i negozi. Si passa anche oltre l’omnichannel perché il futuro si muove ad ampie falcate dall’intelligenza artificiale verso il vCommerce, una frontiera virtuale su cui i big del digitale stanno investendo in ricerca e sviluppo (Google ma anche Amazon con i prossimi device come Echo e Alexa)

17:00-17:30 Sharing: quando la condivisione di beni e servizi materiali sbarca online, e diventa condivisione di esperienza - Caterina Maestro

Tra i futuri trend dei componenti d’acquisto emergenti sarà trainante il fenomeno del PAY AS YOU GO RETAIL: il consumatore moderno vuole potersi concedere di cambiare guardaroba non più ogni anno, ma ogni giorno e lo vuole fare in modo rapido, intelligente ed economico. Lo sharing, tendenza di consumo dilagante nei più disparati settori, non poteva del resto non approcciare il mondo del fashion. Il modello di noleggio vs. acquisto di abiti ed accessori si è dimostrato essere ancora più vincente quando proposto come parte di altre esperienze del consumatore. Esperienza fisica, tattile, esperienziale, emozionale.
Ecco perché oggi canali digitali e negozi fisici finiscono sempre più, necessariamente, per trasformarsi in un unico ecosistema di brand e in un’unica retail experience, capace di rispondere in modo adeguato alle aspettative del consumatore omni-canale che si informa sui prodotti in mobilità, li prova e li sperimenta in negozio e infine opta per acquistarli online: “diventa reale tutto ciò che prima era virtuale”.

SECONDA PARTE/ EVENTO SERALE: è possibile partecipare solo all'evento serale. La partecipazione è gratuita ma obbligatoria

17:30-17:45 Check-in seconda parte

17:45-18:00 Presentazione della collaborazion con LastMinute Foundation

18:00-18:30 Presentazione Startup Bitcoin & BlockChain - Alessandro Civati

Negli ultimi 10 anni è iniziata una vera e propria rivoluzione tecnologica, partita negli anni ’60 con la nascita di Arpanet. La rivoluzione in corso, stravolgerà completamente il nostro modo di pensare, lavorare e rapportarci con gli altri, sia a livello personale sia di affari. BlockChain è una tecnologia libera costituita da blocchi di dati distribuiti e legati tra loro a livello globale. Certificazioni, Denaro, Contratti, Leggi, ed Identità stanno già venendo gestiti con questa tecnologia. Stiamo percorrendo un nuovo momento storico e Viking Europe Sagl, sta attuando un suo percorso che si concluderà in una propria ICO entro la fine del 2017. Puntando a legare il mondo dei preziosi a BlockChain, percorriamo strade che legheranno in blocchi, denaro, identità, e giurisprudenza per garantire certezze e sicurezza sia ai nostri utilizzatori sia alle forze dell’ordine con cui ci rapporteremo in modo costruttivo.

19:00-21:00 Standing Dinner

Isabella Ratti

[email protected]

www.isabellaratti.com 

Redazione | 20 nov 2017 07:00

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'