Accedi
Commenti

Alice Allison, forse c'è speranza

Ci sarebbero alcuni interessati a riprendere l'attività dell'azienda di Grono e salvare così 35 impieghi

Non è ancora stata scritta la parola fine per la Alice Allison di Grono, l'azienda che un mesetto fa ha ventilato la chiusura definitiva a causa della perdita di competitività delle sue capsule di caffè (vedi articolo suggerito).

Al momento si sta definendo insieme ai sindacati il piano sociale per i 35 dipendenti, la metà dei quali residenti in Svizzera, mentre a breve si concluderà il periodo di consultazione aperto dai vertici per trovare eventuali acquirenti.

E proprio in quest'ottica ll direttore Denis Brusacoram ha dichiarato al Corriere del Ticino che "ci sono stati alcuni contatti con possibili interessati", contatti che "al momento sono solo conoscitivi, per capire le possibilità future."

Si tratta comunque di uno spiraglio di speranza per il futuro dell'azienda di Grono. Un'altra nota positiva, sottolinea il direttore, è che finora non si è proceduto a tagli del personale né a licenziamenti collettivi.

Insomma, la situazione resta critica, ma forse il destino della Alice Allison non è ancora segnato.

Redazione | 22 apr 2016 06:46

Articoli suggeriti
"Il nostro prodotto non è più competitivo". Se la chiusura si concretizzasse, andrebbero persi 30 posti di lavoro
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'